Skip to main content

Polmonite in un neonato: diagnosi e trattamento

Loading...

La polmonite è una delle malattie infettive e infiammatorie più comuni e pericolose del periodo neonatale, specialmente nei neonati prematuri. La patologia è caratterizzata dallo sviluppo di un processo infiammatorio attivo del parenchima dei polmoni e delle pareti dei bronchi.

La malattia è caratterizzata dal momento dell'infezione e dal tipo di agente infettivo. L'infezione si verifica durante la gestazione (polmonite intrauterina), durante il parto (aspirazione o intrapartum) e nel periodo postpartum (postnatale).

Polmonite intrauterina

La malattia si verifica a seguito di infezione del feto:

  • via transplacentare, ematogena;
  • prenatale, quando infettato attraverso il liquido amniotico infetto - l'agente infettivo entra direttamente nei polmoni del feto.

Cause della polmonite intrauterina:

  • implementazione e generalizzazione dell'infezione TORCH (toxoplasmosi, clamidia, citomegalovirus o infezione da herpeszia, listeriosi, sifilide);
  • Malattie infettive infiammatorie del sistema genito-urinario e del tratto gastrointestinale in donne in gravidanza con una modalità discendente di infezione e infezione del liquido amniotico (l'agente patogeno più comune è lo Streptococcus gruppo B (sierotipi I e II);
  • infezioni virali e batteriche acute portate da una donna incinta nella tarda gravidanza.

Molto spesso, l'infezione fetale si verifica nelle ultime settimane, un giorno o alcune ore prima del parto. Il rischio di sviluppare infiammazione fetale in utero è significativamente più alto nei neonati prematuri.

Fattori di rischio e cause dell'infezione intrauterina del feto con lo sviluppo di polmonite:

  • ipossia intrauterina cronica;
  • malformazioni congenite del sistema broncopolmonare;
  • immaturità gestazionale del feto, prematurità;
  • endometrite, cervicite, corioamnionite, vaginite, pielonefrite nella donna partoriente;
  • insufficienza fetoplacentare con alterata circolazione placentare.

Le caratteristiche distintive della polmonite intrauterina sono:

  • sviluppo dei sintomi della malattia nel primo giorno di vita del bambino (prima della dimissione dall'ospedale), meno frequentemente per 3-6 settimane (polmonite da Chlamydia e Mycoplasma);
  • la malattia è accompagnata da altre manifestazioni di infezione intrauterina - rash, congiuntivite, ingrossamento del fegato e della milza, sintomi di meningite o encefalite, altre manifestazioni patologiche dell'infezione TORCH;
  • la patologia è più spesso manifestata da un processo infiammatorio bilaterale che aggrava il decorso della malattia;
  • la malattia si verifica in uno scenario di prematurità profonda, malattia della membrana ialina, atelettasia multipla o bronchiectasie e altre malformazioni bronchiali e polmonari.


I sintomi della polmonite intrauterina includono:

  • dispnea che si verifica immediatamente dopo la nascita o nei primi giorni dopo la nascita del bambino, meno spesso in un periodo successivo;
  • partecipazione all'atto di respirare i muscoli ausiliari, che si manifesta per retrazione degli spazi intercostali, la fossa giugulare;
  • scarico schiumoso dal cavo orale;
  • attacchi di cianosi e apnea;
  • rifiuto di mangiare, rigurgito;
  • affaticamento quando si succhia;
  • febbre;
  • frequente tosse bassa produttività, a volte a vomito.

Ulteriori segni di polmonite intrauterina sono:

  • pallore crescente della pelle;
  • aumento del sanguinamento;
  • ingrossamento del fegato e della milza;
  • scleroma, vari esantema e enantimi;
  • aumento della perdita di peso.

In assenza di una diagnosi tempestiva e della nomina di un trattamento adeguato nel bambino, si verifica un peggioramento dell'insufficienza respiratoria, lo sviluppo dell'insufficienza cardiaca e vascolare e lo shock tossico-infettivo.

Molto spesso la patologia si sviluppa in molto pretermine, o un bambino con una significativa immaturità morfologica e funzionale del sistema respiratorio (in violazione della sintesi di tensioattivi, pneumotorace, più malformazioni congenite dei polmoni e bronchi, timoma).

Pertanto, il decorso della malattia è aggravato da complesse patologie concomitanti e spesso porta a esiti fatali, in particolare a polmonite bilaterale grave.

La vera polmonite intrauterina si verifica nel 2-4% dei casi, il più delle volte nei neonati sviluppa polmonite durante o dopo la nascita.

Polmonite intranatale

Quando intrapartum patogeni polmonite processi infettivi-infiammatori sono diversi agenti infettivi con infezione intrapartum:

  • quando un bambino passa attraverso percorsi infetti;
  • da ingestione di liquido amniotico infetto o meconio (polmonite da aspirazione).


Lo sviluppo del processo infettivo con polmonite intranatale è facilitato da:

  • prematurità o immaturità morfofunzionale pronunciata del neonato;
  • hypotrophy intrauterino;
  • asfissia durante il parto;
  • violazione dell'adattamento polmonare-cardiaco del neonato;
  • sindrome da angoscia (sindrome da depressione respiratoria) dopo anestesia generale a seguito di taglio cesareo aumenta significativamente il rischio di polmonite nei bambini;
  • periodo prolungato anidro durante il parto;
  • febbre alla donna partoriente.

La polmonite postnatale è un'infiammazione del tessuto polmonare che si è sviluppata dopo la nascita di un bambino: polmonite stazionaria, ospedaliera (nosocomiale) o non ospedaliera ("casa") in un neonato.

A seconda dell'agente patogeno, si distinguono le seguenti forme di malattia:

  • virale;
  • parassita;
  • batterica;
  • lievito di birra;
  • misto (virale-batterico, batterico-fungino).

Le cause principali della polmonite postnatale:

  • asfissia durante il parto con aspirazione di liquido amniotico e meconio;
  • trauma alla nascita, più spesso spinale con rachide cervicale e segmenti toracici superiori;
  • danno cerebrale prenatale;
  • malformazioni del sistema broncopolmonare;
  • prematurità;
  • rianimazione in travaglio, intubazione tracheale, cateterizzazione della vena ombelicale, IVL;
  • contatto con infezioni respiratorie virali e batteriche con infezione aerea dopo il parto;
  • ipotermia o surriscaldamento del bambino;
  • rigurgito e vomito con aspirazione di contenuti gastrici.

Sintomi clinici della polmonite postnatale in un neonato:

  • esordio acuto con una predominanza di sintomi generali - tossicosi, febbre, rigurgito, debolezza, rifiuto di mangiare;
  • frequente tosse superficiale e improduttiva;
  • dispnea con cianosi e coinvolgimento della muscolatura accessoria;
  • scarico schiumoso dalla bocca, gonfiore delle ali del naso;
  • rantoli distanti, respirazione rumorosa (con un aumento significativo della frequenza dei movimenti respiratori) e il grado di insufficienza respiratoria dipende da quanto è il BHP al minuto;
  • aderenza ai disturbi cardiovascolari.

Peculiarità della polmonite postnatale

Il quadro clinico della polmonite nel periodo neonatale dipende dalla virulenza del patogeno, dal grado di maturità di tutti gli organi e sistemi del bambino e dalla presenza di processi patologici associati:

  • nella fase iniziale la malattia ha un corso cancellato e i segni della malattia si manifestano spesso in poche ore o giorni dopo lo sviluppo del processo infiammatorio;
  • i primi sintomi non sono caratterizzati da polmonite - letargia, debolezza, rigurgito,l'assenza di una reazione termica è spiegata dall'immaturità del sistema di termoregolazione e dalla reattività immunologica dell'organismo;
  • spesso si nota un piccolo carattere focale dell'infiammazione, che è difficile da diagnosticare durante l'auscultazione e la diagnosi viene effettuata solo dopo la comparsa di sintomi respiratori (dispnea, tosse, cianosi);
  • i fenomeni catarrali quando sono infettati da virus respiratori sono spesso assenti a causa di un danno precoce al parenchima polmonare e alla mancanza di immunità locale;
  • nei neonati a termine pieno, senza grave patologia concomitante, la malattia ha una prognosi favorevole per la vita e la salute, ha fornito una diagnosi tempestiva e l'inizio precoce della terapia antibiotica.

Fattori di sviluppo

I fattori di sviluppo della polmonite in un neonato sono:

  • corso patologico della gravidanza, complicato da patologia ostetrica o somatica;
  • malattie infettive e infiammatorie dell'apparato urogenitale, respiratorio o digestivo della madre;
  • l'implementazione e la progressione delle infezioni intrauterine;
  • ipossia intrauterina cronica e ipotrofia;
  • consegna con taglio cesareo;
  • nascita asfissia da sindrome di aspirazione;
  • pneumopatia e altre malformazioni congenite dell'apparato respiratorio;
  • malattia polmonare ereditarie;
  • prematurità;
  • ferita di nascita intracranica o del midollo;
  • ausili CPR di parto (forzata, intubazione endotracheale);
  • rigurgito o vomito con aspirazione di cibo;
  • cura impropria del bambino (ipotermia, surriscaldamento, insufficiente ventilazione ambientale);
  • sanitario sfavorevole e situazione epidemiologica in ospedale ea casa;
  • contatto con virus respiratori, portatori di microrganismi patogeni con infezione del sistema respiratorio.

diagnostica

La diagnosi di questa malattia nei neonati si basa su un'analisi completa:

  • i segni clinici della malattia;
  • la storia;
  • l'esame del bambino e l'esame fisico;
  • parametri di laboratorio (variazioni di analisi del sangue clinica, emogasanalisi, CBS).

Tuttavia, il valore principale, come un metodo diagnostico ha radiografia - determinare la messa a fuoco di infiammazione, i cambiamenti nei bronchi e dei linfonodi ilari, la presenza di difetti e anomalie nati.

trattamento

La polmonite, sviluppata durante il periodo neonatale, è considerata una patologia pericolosa che richiede un monitoraggio costante delle condizioni del bambino e della correzione del farmaco. Pertanto, la malattia viene trattata solo in un ospedale, la sua durata (per quanto tempo il bambino sarà nel reparto) dipende dalla gravità della malattia e dalla presenza di complicanze.

La terapia di polmonite in un neonato comincia con la nomina di antibiotici di un ampio spettro di azione, correzione di omeostasi disturbata, disturbi respiratori e cardiovascolari, riduzione della tossicosi.

Un bambino ha bisogno di cure costanti:

  • alimentazione con latte materno o una miscela adeguata di sonda o corno alla scomparsa di disturbi respiratori e miglioramento del benessere del bambino;
  • cura della pelle igienica;
  • creazione di un microclima confortevole nella stanza o in una kuveze (nei neonati prematuri);
  • prevenzione della sovraraffreddamento o surriscaldamento del bambino, frequenti cambiamenti nella posizione del corpo.


Inoltre, il trattamento è prescritto:

  • immunoglobuline o altri immunostimolanti;
  • farmaci sintomatici (antipiretici, antitosse, mucolitici, antinfiammatori);
  • vitamine;
  • probiotici;
  • massaggio riparatore e vibrante;
  • procedure fisioterapiche, impacchi di senape, impacchi di olio, inalazioni.

La durata del trattamento della polmonite nei neonati è di circa un mese in media.

Complicazioni e conseguenze

Con il trattamento tempestivo e appropriato della polmonite, le conseguenze possono essere frequenti raffreddori e infezioni respiratorie, bronchite, una diminuzione persistente dell'immunità nel bambino.

Le complicanze si sviluppano nei bambini con immaturità di organi e sistemi, ipotrofia intrauterina, traumi o malformazioni della nascita e altre patologie concomitanti. Il decorso più sfavorevole è la polmonite bilaterale nei neonati prematuri.

Sottolinea le principali complicazioni:

  • polmonare - atelettasia, pneumotorace, ascessi, pleurite, insufficienza respiratoria progressiva;
  • complicanze extrapolmonari - otite, mastoidite, sinusite, paresi intestinale, insufficienza surrenalica, aumento della formazione di trombi, insufficienza cardiovascolare, cardite, sepsi.

Durante l'anno il bambino è sotto controllo medico del medico.

Caratteristiche di perdite e trattamento nei neonati prematuri

Nei neonati prematuri, è molto più probabile che si sviluppi una polmonite neonatale congenita e precoce rispetto ai bambini a termine, che è associata ad un'alta incidenza di pneumopatia,malformazioni e infezioni intrauterine. La polmonite è bidirezionale localizzazione del processo infiammatorio con scarsa mascheramento altra patologia clinica somatica o malattia neurologica (letargia, debolezza, letargia, vomito, disturbi succhiare).

Il quadro clinico è dominato da segni di tossicosi, e insufficienza respiratoria poi con grande severità di ipossiemia e acidosi respiratoria-metabolica. La polmonite precoce spesso si sviluppa con una scarsa clinica e incline a ipotermia, febbre con la polmonite è rara.

Maggiore frequenza di sintomi extrapolmonari che esacerbano la malattia - una perdita di peso progressiva, diarrea, depressione del sistema nervoso centrale, con la scomparsa di suzione e deglutizione riflessi. I bambini prematuri hanno un gran numero di complicazioni come polmonare ed extrapolmonare.

Dopo la polmonite segnato displasia broncopolmonare, causando malattie broncopolmonari ricorrenti.

prevenzione

La misure di prevenzione principale polmonite nei neonati includono:

  • completa eliminazione dei principali predisponenti e fattori precipitanti;
  • visita medica e la riabilitazione delle donne che programmano una gravidanza, riadattamento di focolai di infezione prima della gravidanza;
  • monitoraggio della gravidanza e lo sviluppo fetale, l'eliminazione di tutti i pericoli, test di screening;
  • giusta tattica di gestione del lavoro, la prevenzione di difetti alla nascita;
  • il rispetto delle misure sanitarie ed epidemiologiche nell'incubatrice reparto maternità e regime di conformità in presenza di gravi prematurità.

La prevenzione della polmonite post-natale è una restrizione completa di contatto con i pazienti infettivi, l'allattamento al seno e la creazione di una modalità comoda nella stanza in cui il figlio risiede.

La polmonite nei neonati trattati duramente, spesso causa di processi displasiche dei bronchi e alveoli, polmonare e le complicanze extrapolmonari, quindi la prevenzione di questa malattia - la base della salute del bambino in futuro.

Autore: Olga Sazonov, pediatra

Le malattie respiratorie nei bambini sotto un anno

Ti consigliamo di leggere: Analizzare la causa delle allergie alimentari e le tipologie di sua manifestazione

Загрузка...
Loading...