Skip to main content

Ha già 30 anni, ma non ha ancora partorito ... Condanna o comprensione?

Loading...

La società moderna divide le donne in due categorie: quelle nate prima e dopo gli anni trenta. Le statistiche dicono che il secondo gruppo nominato è almeno un terzo del numero totale. Le giovani donne, che non hanno partorito fino all'età di trent'anni, sono soggette, di regola, a critiche e pettegolezzi pubblici, poiché questo fatto nella società è considerato negativo. Tuttavia, tutto è così categorico e negativo? Questo dovrebbe essere capito.

Prima di tutto, voglio dire a favore dell'accusa. Indubbiamente, per il corpo femminile il momento migliore per la consegna è l'età da 18 a 30 anni. Durante questo periodo, la salute delle giovani donne favorisce favorevolmente il processo di concepimento, il portamento e, direttamente, i generi stessi. E la proporzione di complicanze qui è bassa. Sembra che tutto contribuisca a questo meraviglioso evento nella vita della bella metà: la giovinezza, la salute e l'energia inesauribile. E i genitori non sono affatto vecchi, ti aiuteranno, ti avvertiranno, ti consiglieranno. Resta solo - dare audacemente nascita, partorire e ancora una volta partorire!

Le signorine, che non hanno partorito fino all'età di trent'anni, sono, di norma, soggette a critiche e pettegolezzi pubblici, poiché questo fatto nella società è considerato negativo

Ma c'è un altro lato di questa moneta.E qui è necessario parlare già in difesa di trentenni ragazze. La vita, come tutti sanno, varia in modi diversi, non ci sono schemi e regole. Hai varcato il confine all'età di trent'anni e non hai ancora figli. Le ragioni di questo sviluppo sono diverse: qualcuno su un personal non tornano, qualcuno una volta sul posto di lavoro, uno che, purtroppo, la salute non permette, a volte velocemente e silenziosamente passare degli anni, e qui è tutto congratularmi trentesimo anniversario ...

E ora ci concentreremo sul fenomeno oggetto di studio in questione, come l'intervento di terzi nella vita delle nostre eroine anni Trenta senza figli. La depressione, apatia, diminuzione di autostima, e anche una perdita di fiducia in un futuro più luminoso - questi sono solo una piccola parte delle conseguenze di intrusioni non autorizzate analfabeti.

Si - un genitore o una persona cara uno dei nostri trent'anni di eroina, e si è sinceramente preoccupato per quello che sta succedendo, o meglio "neproiskhodyaschim". Lo si desidera, che la sua vita era un miracolo, sotto forma di una nascita di un bambino, e che si sentiva come madre felicità, perché già, un po 'come, è il momento ... Naturalmente, i vostri stati d'animo siano chiare e motivazioni sono puramente di carattere benevolo.E tu, naturalmente, hai il diritto di partecipare alla vita della persona amata. Ma questa partecipazione, in particolare, dovrebbe essere particolarmente accurata e accurata. Solo consigli pratici, solo sostegno amichevole, solo il tuo amore - sono manifestazioni degne della tua attenzione, che saranno utili e in qualche modo aiutano. Ma in ogni caso, non permettere moralizzazioni, censure e altre raccomandazioni in forme persistenti e invadenti. Tutto ciò non avrà un effetto positivo, ma rovinerà solo la persona cara.

La categoria successiva, che in un modo o nell'altro, introduce aggiustamenti negativi alla psiche delle ragazze trentenni è "tutto il resto". Dopo tutto, il curioso e il "counseling", come mostra la vita, abbondano, nonostante il fatto che l'argomento sia molto delicato. Riguarda le convinzioni e solo stupide domande senza tatto da parte di conoscenti sull'argomento "già trent'anni, ma non ha ancora partorito!". Vorrei chiedere a queste persone una domanda: "Conoscete le ragioni che finora hanno impedito che accadesse un evento così felice come la nascita di un bambino nella loro vita? E prima di incolpare qualcuno per la mancanza di figli e la riluttanza a dar loro vita, pensa solo a te se hai questo diritto. "Non è un segreto che le ragioni di tutti siano diverse: molte ragazze hanno un desiderio, ma non c'è possibilità, altri hanno l'opportunità - ma non c'è desiderio.

Sorprendentemente, l'educazione sovietica dei nostri compagni senior, e molti altri pari, ci consente di considerare tali questioni delicate all'ordine del giorno nell'ambito della pubblicità. Non diversamente, come senza tatto, è andata, in modo grossolano e rude, è possibile caratterizzare tale ignoranza! Ma tale illegalità, non ho paura di questa parola, succede tutto il tempo. Tutti sono interessati, tutti sono curiosi e tutti si sforzano di parlare di questo. E questo è improbabile che abbia un effetto positivo sulla salute di queste donne. E devono ancora partorire!

Quindi, viviamo e agiamo saggiamente! Dopotutto, la questione dell'età in cui partorire è una questione esclusivamente individuale per tutti. Non è necessario creare una bicicletta, non è necessario risolvere la questione demografica globale della riproduzione a livello micro.

I seguenti momenti positivi sono noti alla fine del parto, che non devono essere sottovalutati:

1. Il parto in età adulta è considerato un passo consapevole nel diventare madre;

2. L'educazione del bambino viene svolta da personalità adulte già formate con posizioni di vita corrette e stabili;

3.Nell'età adulta, i genitori di solito sono già finanziariamente stabili e saranno in grado di fornire al bambino tutti i componenti necessari;

4. Si ritiene inoltre che i bambini in ritardo siano più dotati e che ricevano più attenzione dei bambini dei giovani papi e madri.

La cosa più importante è una visione positiva di un futuro buono e luminoso! Andrà tutto bene, caro futuro mamma! Tutto andrà certamente bene!

Загрузка...
Loading...