4 oggetti più sporchi in cucina

Loading...

Anche nella cucina più pulita ci sono alcuni luoghi pericolosi in cui la formazione di batteri si verifica quasi continuamente. Poiché la diffusione di alcuni microrganismi può essere pericolosa per la salute di tutta la famiglia, ogni casalinga deve sapere quali posti e soggetti in cucina dovrebbero ricevere un'attenzione particolare.

Quindi, le 4 cose più sporche in ogni cucina:

1. Maniglie sulle porte dei cassetti e del frigorifero

Quelle maniglie sono uno dei posti più pericolosi in cucina. Gli scienziati hanno scoperto che i microbi di carne, pollame e pesce in quantità enormi possono essere sul manico e sulla porta del congelatore. Nel momento in cui la padrona di casa depone o estrae questi prodotti, anche confezionati in sacchetti o un film, i microbi dalle mani prendono il manico del congelatore. Ci rendiamo conto che è necessario lavarsi le mani dopo il contatto con carne o pesce, ma dimenticare la necessità di rimuovere i germi dalla porta del congelatore. Così, contaminato da batteri e maneggiare armadietti, quando al momento del taglio di carne o pesce, diventa necessario urgentemente per ottenere qualcosa. Ci sciacchiamo solo rapidamente le mani o generalmente trascuriamo questa procedura, lasciando pericolosi batteri sulle porte.Più tardi cadranno su una forchetta o un cucchiaio, poi su un piatto e del cibo, e poi nel tratto digestivo. Certamente, i batteri ci circondano costantemente e la nostra immunità cerca di non permettere loro di danneggiare la loro salute. Ma i batteri di carne e pesce sono tra i più pericolosi della nostra cucina, quindi è necessario proteggere se stessi e i parenti lavandosi le mani con sapone e tempo, o pulendo le maniglie e le porte con disinfettanti.

Le penne sono uno dei posti più pericolosi in cucina

2. Tavola della cucina

Quando si usano tavole da cucina, vale la pena di prestare particolare attenzione al taglio di carne, pollame e pesce. Altri prodotti, come verdure o pane, non contengono tanti microrganismi pericolosi che possono depositarsi sugli oggetti. È necessario avere in cucina diverse schede per prodotti diversi. Per il pane è meglio la tavola di legno adatta, che dopo aver tagliato il pane è meglio non lavare, e asciugare con uno straccio pulito. Per verdure, frutta o formaggi è meglio usare pannelli di plastica di alta qualità. È particolarmente importante avere una tavola separata per pesce e carne, preferibilmente plastica o vetro. Con questi materiali è più facile lavare via gli avanzi dei prodotti.Non è consigliabile usare una tavola di legno per tagliare carne e pesce, anche usando detersivi forti, è quasi impossibile rimuovere tutti i resti di microrganismi da una tale tavola.

3. Asciugamani da cucina

Molto spesso, dopo aver pulito i piatti o le mani pulite, l'asciugamano bagnato torna al suo posto, perché sembra pulito e si asciugherà fino al prossimo utilizzo. Ma nel momento in cui un asciugamano umido rimane in una cucina calda, diventa un terreno fertile ideale per i batteri. Asciugandosi le mani con un asciugamano, lasciamo su di esso i microrganismi che cadono sulle mani del cibo. Lo stesso accade con i piatti, che anche dopo il lavaggio possono essere trovati i resti di cibo. Il piatto asciutto asciugato si asciugherà in seguito bene sul ripiano del tuo mobile da cucina, ma un asciugamano umido si trasformerà in un oggetto potenzialmente pericoloso. Per mantenere la pulizia degli asciugamani da cucina, si consiglia di lavarli dopo ogni utilizzo, preferibilmente far bollire o usare candeggina. Dopo il lavaggio, è meglio asciugare gli asciugamani all'aria aperta. Naturalmente, dal lavaggio frequente, gli asciugamani perdono rapidamente la vista, ma in cucina è sempre possibile appendere un paio di asciugamani decorativi che faranno piacere all'occhio.Ma gli asciugamani che si utilizza nel processo di cottura, non c'è bisogno di look perfetto, devono essere costantemente e senza rimpianti, lavare e far bollire.

4. Spugna da cucina

Quando versiamo in spugna per detersivo per piatti, vedendo in essa una schiuma densa, e sentiamo un odore gradevole, ci sembra che la spugna è assolutamente pulita. Ma non è così, infatti, a volte sulla spugna da cucina si concentra più batteri che su tutti gli altri oggetti nella tua cucina. Ciò è dovuto al frequente contatto con i resti di spugna di cibo sulle stoviglie, mani sporche e lavandino. Umidità e calore crea le condizioni ideali per la crescita microbica, e la struttura porosa della spugna aumenta significativamente l'area per diffondere le colonie di batteri e funghi. Inoltre, è inaccettabile utilizzare una spugna per lavare stoviglie e lavandino, la superficie del guscio, specialmente vicino allo scarico possono essere trovate E. coli, salmonella e altri microrganismi estremamente pericolose. È necessario non trascurare la sostituzione regolare delle spugne da cucina. E per spugna più a lungo possibile è rimasto pulito dopo aver lavato i piatti, occorre sciacquarlo con acqua pulita, applicare un po 'di detersivo, schiuma e lasciare questo stato fino al prossimo utilizzo.Il detersivo è distribuito nella struttura porosa della spugna e previene la formazione di batteri e microrganismi dannosi.

I luoghi e gli oggetti più pericolosi nelle nostre cucine devono essere sottoposti a un'attenzione speciale, tempestivi e accuratamente puliti o sostituiti. Tale cura tempestiva e di alta qualità della cucina contribuirà a proteggere te stesso e i tuoi cari da microbi potenzialmente pericolosi.

Загрузка...

Guarda il video: I 15 oggetti più sporchi (Dicembre 2019).

Loading...