I primi segni di morbillo nei bambini

Loading...

La comparsa di segni di morbillo nei bambini spesso causa il panico nei genitori a causa della gravità del decorso della malattia e della possibilità di una serie di spiacevoli complicazioni. Il morbillo ha un'origine virale, l'agente eziologico della malattia appartiene alla famiglia Paramyxoviridae. Quando l'infezione si verifica per goccioline trasportate dall'aria, è praticamente impossibile evitare lo sviluppo della malattia.

I primi tre mesi di vita, i bambini hanno un sistema immunitario stabile, che dura praticamente fino a un anno. Pertanto, i bambini da 1 anno e meno spesso gli adulti, che non si sono ammalati durante l'infanzia, sono più sensibili al morbillo. La persona malata è il principale distributore dell'infezione. Ma il pericolo di infezione che rappresentano solo dall'inizio della fase di incubazione e fino ai primi 4 giorni della comparsa di eruzioni cutanee.

Le fasi del morbillo e dei suoi segni

Entrando nel corpo di un bambino sano, il virus attraverso la mucosa nasale si diffonde nel sistema respiratorio, negli occhi, nella pelle, come indicato dai sintomi della malattia.

Ci sono 4 periodi della malattia:

  • incubazione;
  • catarrale;
  • periodo di eruzioni cutanee;
  • fase di pigmentazione.

Il periodo di incubazione
Il periodo di incubazione del morbillo si verifica dal momento della penetrazione del virus nell'organismo dei bambini e dell'attaccamento alle mucose del naso fino a quando non vengono rilevati i primi sintomi della malattia.La durata del periodo di latenza è in media da una settimana a tre. Il più lungo è continua se precedentemente effettuata misure preventive compreso ricevono farmaci immunomodulatori.

Il periodo di incubazione è quasi nessun cambiamento nello stato di salute e la forma dei bambini. In questi giorni v'è una replica attiva del virus, diffuso sul sangue nel corpo.

Entro la fine di questa fase della malattia possono essere osservati i primi segni di morbillo nei bambini:

  • piccolo rossore di sclera, congiuntiva;
  • Edema leggermente gonfio delle palpebre inferiori;
  • tosse leggera;
  • difficoltà a respirare con il naso.

Manifestare i sintomi assomigliano il raffreddore (influenza, bronchiti), congiuntivite o avvelenamento intestinale, così i genitori non possono rispondere adeguatamente nel tempo, portando a un trattamento errato e peggioramento della malattia.

Periodo catarrale

A partire dalla prossima fase a causa del forte aumento della temperatura corporea a 39 ° C, che i genitori spesso scambiati per sintomi raffreddore.

Inoltre, ci sono segni che sono caratteristici del morbillo:

  • infiammazione e arrossamento della congiuntiva degli occhi;
  • incollare le palpebre con secrezione purulenta;
  • dolore acuto agli occhi, lacrima, fotofobia;
  • mal di gola tosse;
  • muco dal naso;
  • colica, deterioramento della digestione;
  • aspetto sulla pelle di piccole macchie, bordate di rosso, simile a un manga (punti Filatov-Koplik).

I bambini diventano più lamentosi, dormono male, sono apatici, perdono l'appetito, si lamentano del dolore alla gola, allo stomaco.

Prima ci sono punti caratteristici, i genitori e i medici più veloci determineranno la causa di sintomi spiacevoli e saranno in grado di iniziare il trattamento. Ciò consentirà di isolare la persona malata, evitando di infettare altri bambini e adulti.

Periodo di rash

Le rughe appaiono visivamente come chiazze di forma irregolare con un diametro inferiore a 10 mm, che si alzano leggermente sopra la superficie della pelle. Alcuni punti si uniscono formando grandi conglomerati.

È importante essere in grado di distinguere i segni di eruzioni cutanee nel morbillo e in altre malattie infantili:

  • In rosolia, l'eruzione ha una forma arrotondata regolare, la cui superficie non sale sopra la pelle e non forma alcune piccole macchie di una;
  • L'eruzione allergica scompare rapidamente quando prende antistaminici.

La comparsa di eruzioni cutanee nei bambini avviene nel seguente ordine: prima l'area è interessata dietro le orecchie, faccia, collo, poi gradualmente scende più in basso, colpendo il corpo, e il terzo giorno - gli arti.

Una tale sequenza discendente di comparsa di eruzioni cutanee è un segno importante della diagnosi del morbillo. La maggior parte delle macchie viene versata nel collo, nella faccia e nella parte superiore del corpo.

I segni della malattia del paziente acquisiscono differenze caratteristiche:

  • c'è una tosse "che abbaia";
  • c'è un forte edema delle palpebre e del viso nel suo insieme;
  • gli occhi arrossiscono;
  • le labbra diventano secche e screpolate.

Dopo 3-4 giorni l'eruzione diventa meno pronunciata e gradualmente svanisce, i luoghi della sua localizzazione acquisiscono una pigmentazione bruna, che è accompagnata da un grave desquamazione della pelle.

Con un trattamento tempestivo, la salute dei bambini è significativamente migliorata: la tosse viene attenuata, la temperatura corporea ritorna normale e appare l'appetito.

In questo periodo, il bambino continua a essere una fonte di possibile infezione per gli altri, quindi deve essere isolato dagli altri.

Periodo di pigmentazione

L'area di localizzazione delle eruzioni cutanee in questa fase della malattia è la pigmentazione.La diffusione lungo il corpo dei bambini avviene nello stesso ordine in cui l'eruzione appariva originariamente. Visivamente, sembra piatto, quando premendo o stirando la pelle non cambia l'ombra.

Nei bambini, l'attività aumenta, l'appetito viene ripristinato, la condizione generale migliora. Pertanto, questa volta è considerato l'inizio della fase di recupero e la fine del periodo di possibile infezione di altri - un bambino può tranquillamente frequentare un asilo o una scuola.

Maggiori dettagli: innesto PDA →

Caratteristiche del morbillo nei bambini

Nel più piccolo, il morbillo può presentare differenze significative rispetto alla forma tipica della malattia:

  • un periodo catarrale più breve;
  • un'altra sequenza di luoghi di comparsa dell'eruzione;
  • segni meno deboli (comparsa di un raffreddore, congiuntivite, lieve arrossamento della mucosa orale, disturbi digestivi);
  • la temperatura corporea non aumenta;
  • l'aspetto della pigmentazione aumenta spesso di due settimane.

In generale, lo sviluppo della malattia è lento e la brusca comparsa di sintomi caratteristici è assente, il che complica in modo significativo la diagnosi. La mancanza di un trattamento adeguato sin dalla tenera età può avere gravi conseguenze.

Cosa fare se i genitori hanno trovato segni di morbillo in un bambino

I primi sintomi del morbillo sono spesso confusi con altri tipi di malattie. La diagnosi precisa della presenza della malattia nei bambini viene effettuata utilizzando diversi metodi:

  • analisi delle caratteristiche;
  • la definizione di un'infezione da virus;
  • condurre un esame del sangue generale.

Il più presto possibile la diagnosi della malattia è necessaria per evitare il verificarsi di complicazioni pericolose nei bambini: polmonite, encefalite, meningite, otite, che non possono essere eliminati.

Il trattamento del bambino si basa su una serie di procedure semplici ma importanti:

  • eliminazione di manifestazioni catarrali (tosse, congiuntivite, febbre alta);
  • terapia vitaminica;
  • aumentare l'immunità.

Importante nel trattamento è seguire una dieta basata sul cibo leggero, l'implementazione di regole igieniche per escludere lo sviluppo di infezioni batteriche secondarie. Pertanto, spesso il trattamento delle forme non complicate di morbillo viene fatto a casa.

Se tuttavia c'è stato uno sviluppo di complicazioni (nella forma di polmonite o altre infezioni batteriche), la nomina di antibiotici, e in casi gravi - corticosteroidi.

Algoritmi di trattamento correttamente progettati prevengono efficacemente possibili complicazioni e garantiscono il rapido recupero del bambino.

Autore: Larisa Ilyina,
soprattutto per Mama66.com

Un video utile sui sintomi e sul trattamento del morbillo nei bambini

Ti consigliamo di leggere: Reumatismi infantili

Загрузка...

Guarda il video: Varicella: sintomi, incubazione e cura nei bambini (Ottobre 2019).

Loading...