Nascite con emorroidi: è possibile?

Loading...

Emorroidi durante il parto: il problema non è solo delicato, ma anche spiacevole per le future mamme. Secondo i medici, questa malattia si sviluppa prima durante la gravidanza per ogni seconda donna. Ma le emorroidi non rappresentano una controindicazione al parto naturale, nonostante possa causare molti problemi sia durante la gravidanza che alla nascita stessa.

I cambiamenti fisiologici che si verificano nel corpo di una donna incinta, spesso causano la crescita di emorroidi. Ma il più grande pericolo è per quelle madri in attesa che sono predisposte allo sviluppo di fenomeni stagnanti negli organi pelvici.

Cosa è pericoloso per le emorroidi durante il parto e puoi nasconderle?

Le emorroidi non sono un'indicazione per il rifiuto di eseguire il parto naturale. Ma questo non significa che durante il parto il problema non sia aggravato e non ci saranno complicazioni. Pertanto, durante la gravidanza, è importante fare tutto al fine di minimizzare le cause e i sintomi della malattia, in modo da non fare ulteriori domande: emorroidi durante il parto - come dare alla luce?

La malattia può manifestarsi per la prima volta durante la gravidanza.In questo caso, è importante non ritardare il trattamento, l'uso di farmaci moderni può far fronte rapidamente ed efficacemente alla patologia nella fase iniziale del suo sviluppo. La cosa principale è conoscere le principali cause delle emorroidi ed escludere possibili fattori di rischio.

Se non tratti la malattia, le emorroidi possono causare le seguenti complicazioni durante il parto:

  • sanguinamento, a volte richiede cure di emergenza;
  • infezione e violazione delle emorroidi;
  • sviluppo di tromboflebiti;
  • la transizione della forma cronica della malattia in acuta, con l'ulteriore sviluppo della necrosi dei nodi e della paraprocitite.

Il più pericoloso è emorroidi non trattate durante il parto in quanto vi è il rischio di sanguinamento con conseguente significativa perdita di sangue.

motivi

Ci sono 5 cause principali di emorroidi. A volte una donna può avere molti di loro allo stesso tempo.

Tendenza alla stitichezza

La peristalsi disturbata dell'intestino su uno sfondo di malnutrizione porta alla stitichezza. La costipazione cronica, a sua volta, provoca la comparsa di fenomeni stagnanti nelle vene della piccola pelvi, che diventa la causa dello sviluppo delle emorroidi. Maggiori dettagli sulla stitichezza durante la gravidanza →

Di norma, è possibile regolare le condizioni cambiando la dieta e normalizzando le feci. A volte può essere necessario un trattamento medico.

Crescita uterina

Durante la gravidanza, l'utero cresce gradualmente con il feto in crescita. Man mano che cresce, esercita una pressione maggiore sui vasi e sugli organi della piccola pelvi, incluso l'intestino.

Questo porta allo sviluppo della costipazione e dei fenomeni stagnanti, che alla fine si concludono con le emorroidi. Per ridurre il rischio del problema, si raccomanda di evitare una seduta prolungata.

Stile di vita sedentario

L'insufficiente attività fisica, la riluttanza a praticare sport, lo stile di vita sedentario è una causa universale dello sviluppo delle emorroidi tra le future mamme e tra le altre persone.

La maggior parte delle donne durante la gravidanza cerca in tutti i modi di limitare la loro attività, giustificandola con uno stato di salute insignificante, disagio all'addome e alla zona lombare. Tale comportamento influisce negativamente sul processo di circolazione negli organi della piccola pelvi, che porta alla formazione di cambiamenti nodulari emorroidali.

Squilibrio ormonale

corpo femminile durante la gravidanza sta subendo un sacco di cambiamenti, tra cui da un background ormonale. Ad esempio, elevati livelli di progesterone nel sangue necessarie per la manutenzione e la conservazione della gravidanza, ha un effetto collaterale sui vasi pelvici - contribuisce alla loro espansione anormale.

Inoltre, una tempesta ormonale nel corpo di una futura madre causa stitichezza. Se aggiungiamo a questi fattori, la dieta non corretta e uno stile di vita sedentario, la raccolta di questi criteri, quasi il 100% dei casi conduce a emorroidi.

nascita

L'attività generica per ogni donna è dovuta all'alto stress fisico degli organi pelvici. Se prima la donna incinta nascita osservato sintomi iniziali di emorroidi, che lei non si accorse nemmeno, che nella maggior parte dei casi, dopo che i difetti di nascita avranno un effetto o peggiorare. Ecco perché la prevenzione delle emorroidi nelle donne in gravidanza è importante.

Se la donna è in buona salute, allora la probabilità di occorrenza di emorroidi dopo il parto è minima.

sintomi

Il sanguinamento dopo la defecazione è uno dei principali sintomi delle emorroidi.La perdita di sangue può variare da tracce di sangue sulla carta igienica a gravi emorragie che richiedono cure di emergenza. Inoltre, la malattia è caratterizzata dalla presenza di prurito, bruciore e disagio nell'ano. Dolore non si verifica in tutti i casi, di solito dolore durante un movimento intestinale ed a riposo appare solo nella fase acuta della malattia.

Perdita di emorroidi - il secondo sintomo luminoso di emorroidi. Nella fase iniziale dei noduli malattia presenti sfintere dell'ano insieme con la sedia, può raddrizzare la propria. Unità successive devono ridurre una sempre maggiore a causa della progressione della malattia, il tono muscolare dello sfintere è indebolito e non può contenere assembly nel retto per lungo tempo.

Le emorroidi, come qualsiasi altra malattia, si presentano in forma acuta e cronica. Nel primo caso la patologia è accompagnata da una sensazione di dolore acuto, in particolare, nel processo di defecazione, mentre si cammina, e anche con un piccolo sforzo fisico.

La forma cronica è caratterizzata emorroidi leggero dolore all'ano, spesso appaiono e scompaiono durante la defecazione da allora in poi, i polmoni e rari sanguinamento dopo feci e periodica perdita di emorroidi.

trattamento

Se una donna ha delle emorroidi prima della nascita, cosa dovrebbe fare? Naturalmente, per il trattamento durante la gravidanza, e la terapia deve essere avviata in tempo. In questo caso, la futura mamma ha più possibilità di successo per la malattia.

In primo luogo, è necessario correggere il lavoro degli intestini, eliminando la stitichezza. Questo può essere fatto con l'aiuto di una dieta appropriata e di un esercizio moderato, finalizzato a mantenere il tono muscolare del perineo e della parete addominale, che consente di liberarsi dei fenomeni stagnanti negli organi della piccola pelvi.

E, in secondo luogo, il trattamento delle emorroidi durante la gravidanza dipende dallo stadio della malattia. Per questo motivo, tutte le future madri affette da questa patologia sono divise in due gruppi.

Gruppo 1: donne con emorroidi asintomatiche, rilevate nella fase iniziale di sviluppo con una visita medica accidentale. Tali pazienti non ricevono cure mediche, sono raccomandati solo per misure preventive: dieta, esercizio fisico, escursioni a piedi, se necessario, sono prescritti lassativi.

Gruppo 2: donne con stitichezza cronica, bruciore e prurito nel retto, sanguinamento e dolore durante la defecazione.Il trattamento in questo caso è medicamento, la selezione dei farmaci viene effettuata individualmente da un proctologo esperto. Maggiori informazioni sui preparativi per il trattamento delle emorroidi durante la gravidanza →

In gravidanza, le emorroidi vengono trattate con gli stessi farmaci sotto forma di unguenti, supposte e gel, che sono prescritti a tutti i pazienti:

  • per ridurre la permeabilità vascolare e la fragilità dei capillari, nonché per eliminare l'infiammazione, utilizzare Troxevasin, Ginkor-Fort, Troxerutin;
  • Per ridurre la viscosità del sangue e aumentare il tono dei vasi vengono prescritti Doxium, Gepatrombin, Escuzan;
  • con uno scopo anestetico e antiprurito, Venitan e Miswengal sono raccomandati.

Se le emorroidi durante la gravidanza sono combinate con la presenza di una fessura anale, è anche opportuno lasciare la scelta per la terapia conservativa. In caso di necessità di un trattamento chirurgico, i medici ricorrono agli interventi più parsimoniosi volti a prevenire il sanguinamento.

Come nascono le emorroidi?

Emorroidi e parto - il fenomeno è completamente compatibile, dal momento che i medici non considerano questa malattia una controindicazione per il parto naturale. Solo la forma cronica di emorroidi è un'indicazione per il taglio cesareo, se si tratta del 4 ° grado di patologia.

Il lavoro operativo per le emorroidi è raccomandato alle donne se hanno abbondanti sanguinamenti e nodi trombotici. Ma questo è raro. In ogni caso, la decisione sulla natura della consegna viene presa individualmente, dopo che una donna viene esaminata da un proctologo.

Ma immediatamente dovrebbe essere notato che la nascita con emorroidi - la combinazione non è il maggior successo. Molto probabilmente, la presenza di emorroidi influenzerà la durata del travaglio e, in una certa misura, il suo dolore. Inoltre, il parto può aggravare il decorso della malattia, perché assumono un'intensa tensione del sistema muscolare del bacino e del perineo, il che significa che il carico cadrà anche sui vasi, sullo sfintere e sul retto.

A seconda di come è avvenuta la nascita, puoi giudicare le conseguenze della patologia. L'aspetto rapido e facile di un bambino nel mondo può difficilmente influenzare il decorso delle emorroidi.

Il parto prolungato con tentativi prolungati e tese di solito porta a gravi complicazioni. Con tali nascite, la malattia può manifestarsi anche in quelle donne che non hanno mai sperimentato questa patologia.

Muovendosi lungo il canale del parto, il feto contrae i vasi e gli organi della piccola pelvi della madre.Se la condizione delle emorroidi nel partoriente è insoddisfacente, allora con i tentativi, possono cadere attraverso lo sfintere dell'apertura anale.

Più spesso, un'ulteriore riduzione dello sfintere li riporta al loro posto, a volte i nodi "riforniscono" le ostetriche. In rari casi, con il parto naturale con emorroidi, i nodi si inceppano, a seguito del quale si sviluppa la forma acuta della malattia.

È possibile evitare l'esacerbazione delle emorroidi durante il parto? Se la malattia è già lì e la nascita è iniziata, è quasi impossibile influenzare la situazione. Una donna può solo ascoltare e seguire tutte le istruzioni di un'ostetrica e di un medico. Azioni tempestive e competenti nel periodo che richiede tempo, senza ulteriore tensione dei muscoli perineali, sono un modo sicuro per parto sicuro e facile, senza conseguenze come lacrime ed emorroidi.

Eventi postpartum

Il trattamento delle emorroidi dopo il parto viene effettuato in due modi. Al centro del primo c'è la terapia conservativa, il secondo metodo è la cura chirurgica. Tutto dipende da come va la malattia. Non aver paura del trattamento chirurgico, poiché le tecniche moderne,come la scleroterapia, la coagulazione dell'infrarosso e la legatura dei nodi con il lattice sono interventi a basso traumatismo che garantiscono una ripresa positiva.

Non è consigliabile diagnosticare se stessi e curare le emorroidi a casa senza l'aiuto di un medico. Con la diagnosi precoce del problema, il trattamento è più rapido e più efficace.

Ci sono molti farmaci efficaci volti a trattare questa patologia. Pertanto, parto ed emorroidi, quando combinato, non sono attualmente un problema serio. La cosa principale, se ci sono segni dello sviluppo della malattia, consultare un medico in tempo per chiedere aiuto.

Autore: Olga Rogozhkina, medico,
soprattutto per Mama66.com

Video utile: come evitare le emorroidi durante la gravidanza?

Ti consigliamo di leggere: Trattamento delle emorroidi dopo il parto: un problema delicato per le giovani madri

Загрузка...

Guarda il video: Lacerazioni al perineo dopo il parto: come prevenirle (Ottobre 2019).

Loading...